Il seggiolone serve per mangiare

Quando si parla di seggiolone, spesso si compie un errore di prospettiva, considerando lo stesso alla stregua di una seduta. Proprio per questo motivo, in commercio è sempre più invalsa l’abitudine di proporre ibridi a metà tra seggiolone e sdraietta, in cui cioè il piccolo si ritrova in una condizione semisdraiata. Una posizione che, però, non è la più adatta per corrispondere alla funzione primaria di un seggiolone, che è quella di far mangiare i bebè dandogli una postura adeguata all’uopo e facendoli in tal modo partecipare al pasto collettivo, senza estraniarli dalla realtà circostante. Per puntualizzare ancora di più la questione, occorre ricordare che il periodo dello svezzamento oltre a introdurre i neonati all’utilizzo degli alimenti solidi e semisolidi, serve anche a rendere loro possibile il conseguimento della maturità motoria. Un fine che viene ad essere… Leggi Tutto

Cadute dei neonati: si possono evitare?

Per i neogenitori, la prima caduta dei propri figli rappresenta una sorta di trauma, tanto da essere ricordato ad anni di distanza, proprio per il timore di danni che esso può ingenerare. Il problema è che impedire un simile evento è quasi impossibile, al massimo si può vigilare affinchè i piccoli non diano vita ad operazioni in grado di metterli in evidente pericolo, a meno di non volersi dedicare loro 24 ore al giorno. A parziale consolazione occorre comunque sapere che il 90% delle cadute non comporta alcuna conseguenza di carattere fisico, nonostante il fatto che proprio per evitare danni la prima reazione è quella di portare i piccoli al pronto soccorso, per verificare che non ci siano conseguenze poco visibili per chi non è uno specialista. Quello delle cadute dei neonati è comunque un pericolo sempre dietro… Leggi Tutto

Seggiolini auto: alcuni preziosi consigli per la sicurezza

Quando si porta un bambino a bordo della propria auto, si deve fare in modo che esso possa viaggiare in assoluta sicurezza. Per quelli più piccoli, il modo migliore per limitare i rischi è derivante dall’utilizzo del seggiolino, strumento ideato appositamente per questo scopo. Il seggiolino, però, oltre a non essere sempre presente, nonostante gli obblighi di legge, a volte viene utilizzato impropriamente o posizionato senza eccessivo criterio, limitando in tal modo la sua funzione. Occorre quindi cercare di capire quali siano le precauzioni in grado di fargli dispensare tutta la sua utilità. Seggiolini auto: piccolo vademecum per l’uso La prima cosa da fare, quando si procede all’acquisto di un seggiolino per la propria auto, consiste nel testare i modelli di seggiolino adatti all’età e alle dimensioni del bambino a bordo della propria automobile, tenendo anche conto dei… Leggi Tutto

Come pulire la lavastoviglie

Anche se la scelta della lavastoviglie è stata effettuata con accuratezza, spesso l’utilizzo frequente potrebbe comportare cattivi odori oppure problemi di ostruzione. Nella gran parte dei casi, questi problemi potranno essere prevenuti eseguendo una manutenzione corretta dell’elettrodomestico. La manutenzione della lavastoviglie. Di norma i prodotti presenti sul mercato hanno in dotazione un manuale d’utilizzo che oltre alle istruzioni sui diversi programmi di lavaggio, ci sono pure le indicazioni riguardanti la manutenzione periodica. Nel caso non sia presente, sarà comunque possibile scaricarlo online sul sito dell’azienda produttrice. In genere la manutenzione della lavastoviglie è relativa alla sua pulizia esterna ma pure a quella degli irroratori ed anche del gruppo filtrante. Per quanto concerne le superfici esterne e lo sportello, di solito vanno pulite con un panno morbido inumidito. Talvolta per le superfici verniciate si utilizzano detergenti specifici oppure anche il detersivo… Leggi Tutto

Baby food: è sicuro?

Il baby food continua ad essere argomento di discussione, considerate le implicazioni di una alimentazione sana per i più piccoli. Le paure dei genitori e le preoccupazioni che si rinnovano ogni volta che si tratta di fare la transizione dall’allattamento allo svezzamento, quando i neonati devono passare ai cibi solidi, hanno spinto il mondo scientifico a farsi carico del problema, con una serie di studi tesi a tranquillizzare le famiglie e a fare chiarezza sul problema. Andiamo a vedere cosa emerge in particolare dagli ultimi rapporti. Lo studio  dell’Anses Tra gli ultimi report in ordine di tempo, notevole interesse ha suscitato quello elaborato da Anses (Agenzia nazionale francese per la Sicurezza Sanitaria di Alimenti, Ambiente e Lavoro). Si tratta di un lavoro molto corposo, il quale ha infine certificato come circa il 90% del cibo per i più piccoli Leggi Tutto